CERCA NEL BLOG

sabato 24 maggio 2014

Il fumetto "Actarus" N° 1 - "L'altopiano del diavolo" - dicembre 1979



Se mai fosse ancora necessario dimostrare il successo che ebbe Goldrake in quel lontano 1978, dopo tutti i libri che dopo 35 anni continuano ad essere pubblicati e gli articoli giornalistici scritti allora, ecco quello che penso sia stato il primo caso italiano di spin-off e di fan-fiction editoriale. Con l'unica differenza che questa fan-fiction non nasce dal fandom, nessuna sottocultura lo crea per piacer proprio, ma viene pubblicato allo scopo di aumentare le copie di una rivista di fumetti mensile: "Actarus" (che in seguito diverrà "Actarus presenta Darix").
"Actarus" della casa editrice "Edizioni Flash" di Francesco Carozza comincia la sua avventura nelle edicole l'11 dicembre 1979, in concomitanza con la terza serie di Goldrake sulla Rete 2, abilmente richiamata dalla copertina.
La pubblicazione è totalmente ufficiale, data in licenza dalla concessionaria Rai "Sacis Roma", che deteneva i diritti di sfruttamento dell'anime della Toei Animation per l'Italia, ma è il contenuto delle storie che me lo fa catalogare come primo esempio italiano di spin-off.




Infatti Actarus e tutti i personaggi di Goldrake sono coinvolti in avventure di carattere poliziesco avventurose, in questo numero si arriva fino al western alla Tex Willer, sempre con una spruzzata di fantascienza, ma in cui i mezzi robotici hanno una parte minoritaria, ed in ulteriore diminuzione nel proseguo delle storie.
Infine, nelle ultime pagine del fumetto, è presente "La vera storia di Actarus" a puntate, un romanzo di fantascienza in pieno stile fan-fiction.
Tutto questo ci dimostra anche come i mangaka e le case editrici nipponiche non si interessassero poi molto delle loro creature a due dimensioni, di come questi diritti venissero sfruttati e/o censurati. Tanto per non dare sempre la colpa agli adattamenti e ai censori, se poi gli scempi sono permessi dai possessori dei diritti di sfruttamento, e le cose non è che siano cambiate molto oggi, vista questa news che riguarda Doraemon presente su Animeclick.




Non ho scannerizzato tutte le pagine del fumetto, ho saltato quelle non importanti al fine di mostrare la trama, però ho inserito quelle inutili ma curiose oppure antitetiche rispetto allo spirito della serie tv. Intanto vediamo Actarus che prende a calci dei delinquenti.




La storia parte dalla Casa Bianca, il Presidente non si vede, ma un generale chiama Procton. La prima vittima della storia è il Giappone, cancellato in toto.




Pare che Procton già conosca il generale, seguono dialoghi inutli e una battuta idiota di Alcor/Koji/Ryo...



Incredibilmente scopriamo che l'energia fotoatomica non è materia studiata dal professor Yumi all'Istituto di Ricerca per l'Energia Fotoatomica, ma dal Pentagono...



Ed anche Procton la sta studiando, chissà quando lo scoprirà il prof  Yumi!
In pratica il Pentagono si rivolge a Procton per indagare su una fuga notizie militari.




Quindi si parte per New York, ma chi accompagnerà Procton ed Actarus? 



Come contentino Procton affida il Centro di Ricerche Spaziali ad una ragazzina?!
E Alcor/Koji/Ryo cosa esiste a fare?!
No, giusto, meglio Maria Grace Fleed ad uno che ha tre nomi diversi in tre serie differenti.



Ma perchè, avendo la disponibilità del Goldrake 2, del Delfino Spaziale e della Trivella Spaziale, senza contare Goldrake con la sua super velocità, vanno in Concorde? O_o


Altri dialoghi a caso.


L'arrivo a New York ed il contatto coi servizi segreti del Pentagono.




Actarus e Venusia vanno a fare i turisti...



Scopriamo  la dieta di Actarus al laboratorio (quale?), insalata mista e lombo con patate, tipico menù nipponico.


Ma non si può mai mangiare in santa pace!





Procton viene rapito e Venusia ferita, complimenti Actarus... con Tetsuya non sarebe successo!



Salto un certo numero di pagine in cui Actarus indaga per ritrovare Procton, e quando trova i rapitori non si fa scrupoli di minacciarli di tortura!
Addirittura cavargli gli occhi! Ma non era un pacifista?


Liberato il dottore si ritorna ad indagare sui sabotaggi.





Salto qualche pagina in cui Procton subisce un attentato ed Actarus scopre che i complottari sono i professori Cooper e Marling dell'istituto.



Altro salto in cui Actarus affrontagli sgherri di Marling, Cooper è scappato, e vediamo per la prima volta un vegano o veghiano.
Faccio presente che siamo a pagina 43 ed ancora non s'è visto Goldrake.



Il laboratorio americano è infestato dai vegani, come fare a smascherarli? 




Facile, con una bella arma biologica, un virus che fa star male gli alieni in modo da scoprirli.




Non ho messo la scan, ma è Venusia a fare l'untrice rompendo con una scarpa la fiala col virus.




Dato che l'altro alieno è scappato ad Alburkerke (che in realtà si scrive Albuquerque) nel Nuovo Messico, Actarus chiama Rigel per avere informazioni sul luogo, visto che il vecchietto conosce gli Usa.


Qui iniziano una serie di tavole western, mostro la prima dove si vede un alieno.




Procton ordina ad Alcor/Koji/Ryo e Maria di andare in aiuto di Actarus.



I due ragazzi prendono il Goldrake 2 e la Trivella Spaziale, in un ora è possibile arrivare ad Alburkerke (Albuquerque) dalle pendici del monte Fuji?!


A parte il piccolo particolare che Maria sta pilotando la Trivella Spaziale e non il Delfino Spaziale, però ci sta che Alcor/Koji/Ryo non ci arrivi, ma da quando Maria pilota Goldrake?!




Dopo un paio di pagine, in cui si vede Actarus che perde conoscenza per la fatica, c'è il primo combattimento (pagino 68), poi troviamo il principe di Fleed che si sveglia in una tenda navajo.



A pagina 70 si vede per la prima volta Goldrake. Continua la battaglia, e Maria salva le chiappe alla solita mezza sega...



Al posoto dei "Disintegratori paralleli" Maria spara dei missili, vabbè, tanto è uno spin-off.


Arriva anche Procton, quasi contemporaneamente a Maria e Alcor/Koji/Ryo che arrivavano dal Giappone, o qualcuno è stato troppo veloce, oppure qualcuno è stato troppo lento.
Maria, la tua non è una "nave", è Goldrake!



Il vecchio indiano svela ad Actarus che è un emissario di un dio, quisquilie.





Accompagnato da una guida indiana Actarus si reca dove succedono stranezze, e guarda caso c'è una base di Vega.




Scena in perfetto stile "L'invasione degli ultra corpi" oppure di "Essi vivono".



Ok, anche nel cartone Actarus uccideva i soldati di Vega, ma non annunciava spietatezza.
L'indiano si sacrifica, stordisce Actarus e si immola, resta il dubbio di come il flediano sia uscito dalla caverna.





A pagina 87 di 93 vediamo per la prima volta Actarus trasformarsi.




P ilotando Goldrake distrugge l'atronave con cui l'alieno Cooper vorrebbe scappare. Ehi, ma quando c'è salito su Goldrake?!





Il fumetto termina con una scena che dovrebbe far contento ogni buon jihadista (oppure i sovietici del tempo), Goldrake che mette a ferro e fuoco New York per uccidere gli alieni che vi si sono installati! E se magari restatava qualche umano di passaggio? E i cani, gatti e gli animali degli zoo?





Dopo aver raso al suolo la metropoli più famosa al mondo Actarus si fa qualche scrupolo, immagino quanto sarà contento il presidente degli Stati Uniti, che lo aveva chiamato solo per investigare!




Come preannunciato ecco il racconto di fan-fiction, penso il primo caso editoriale italiano.











Continua... non vedo l'ora!



 Ecco a chi dobbiamo questa perla editoriale avanti di 30 anni.


 

4 commenti:

  1. Gazie. Finalmente Io ho potuto vedere il contenuto di questo fumetto. Spesso Io ho trovate le varie -covers- su ma non il fumetto, i.e. le scanlations (Io non so come uno dice forse scanlazioni?) Io ricordo di avere letto qualche AUR Goldrake & qualche BD de Goldorak in Swizzera...
    Anyhoo, thanks a lot for sharing this comic book,
    A bientot, Wunderkind4D (*_*)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prossimamente metterò anche gli altri numeri di questa serie, un po' alla volta ;) me ne manca uno solo.
      Immagino tu non sia italiano, peccato che tu non possa apprezzare al meglio i dialoghi e il romanzo finale.

      Elimina
  2. Lavoro fantastico, io all'epoca non lo conoscevo e poter vedere il contenuto è bellissimo.
    Ad essere sinceri avrei preferito leggere tutti i volumi in maniera integrale e vorrei chiederti di pubblicarli.
    Spero tu voglia accontentarmi, ma in ogni caso, grazie di tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dell'apprezzamento ^_^
      Non sei il primo che mi chiede le scan camplete, e per qualche numero le ho anche postate interamente.
      Le scannerizzazioni che eseguo sono tante, se mi riesce di saltarne qualcuna, comunque di pagine in cui non capita nulla, risparmio un po' di tempo e di spazio per gli upload ;)

      Elimina