CERCA NEL BLOG

domenica 22 novembre 2020

Megaloman (1979) - puntata 21

L'episodio precedente è stato il più adrenalinico di tutti quelli visto fino ad ora, il povero Megaloman si è dovuto scontrare addirittura contro cinque kaiju, alla fine è finito letteralmente in croce ed ad un passo, anzi, un "pulsante" dalla morte...

Capitan Delitto deve solo premere un pulsante, la cosa più semplice del mondo, anche alieno, una leggera pressione e addio Megaloman, la Terra è conquistata, la serie terminata, la recensione finita... ma non voglio spoilerare il proseguo della trama  ^_^

Senza rivelare nulla ci sono un altro paio di aspetti interessanti della puntata, per esempio il fatto che l'assenza di Seiji si è dimostrata molto pesante, pesante per lui... essere stato estromesso da questo epico episodio, sempre che non sia stato a causa di problemi di salute, fu proprio il preludio ad una sua estromissione dalla produzione.

Sul versante dei cattivi l'ingresso di Bairok, il capo degli scienziati alieni, ha inserito un ottimo villain da contrapporre a Takashi, direi fin migliore della figura di Capitan Delitto. Bairok, rispetto ad un Capitan Delitto lontano nello spazio perché realmente nello spazio del sistema solare, è una presenza tangibile durante i combattimenti, mentre i becchini che avevamo visto fino ad ora erano personaggi tutti uguali ed anonimi. In particolare vanno ammirate le sue espressione di stupore, rabbia e gaudio, direi diretta emanazione del teatro giapponese. 

Anche in questa puntata non mancano le mega esplosione che mettono a repentaglio la sicurezza degli attori dentro i costumi dei Kaiju. Gli attori, invece, questa volta sono stati esentati da rischiare la vita, anche perché la puntata li relega un po' a spettatori delle vicende incentrate su Megaloman/Takashi/Mari.

Ci sono, infine, due scene un po' imbarazzanti per il nostro eroe dalla argentea criniera...

Ma si sono mai visti Goldrake, Mazinga o Gundam presi a calcio nel deretano?
Addirittura per due volte in una puntata!!!
Umiliante...
Poi capisco anche che dentro qui costumi dove si moriva dal caldo, non si vedeva quasi nulla e i movimenti erano assai limitati, facevi quello che potevi al momento per rendere la scena di combattimento attiva, ed un calcio era l'azione più semplice e diretta, il problema, in questo caso, è dove il piede termina la sua corsa... 

In cosa consisterà l'eroismo di Mari?
In fondo Mari è la mamma di Megaloman, e la mamma è sempre la mamma, ed un bravo figliolo vuole sempre bene alla mamma   ^_^
Larghi tratti della puntata sono dedicati al rapporto madre figlio, Takashi/Megaloman e Mari. 
Considerando l'Italia dei figli maschi un po' mammoni e il rapporto madre/figlio presente in Giappone, direi che le due nazioni dimostrano delle similitudini su questo aspetto, per questo penso che ai tempi l'episodio sia piaciuto ad eventuali mamme e nonne.
Magari in altre nazioni alcune scene, dove si vede un uomo ormai adulto invocare la mamma come un bambinetto, saranno sembrate ridicole, non da noi e pare non in Giappone    :]

Ma quindi, dove eravamo rimasti?
Ah si, Capitan Delittto deve solo premere un pulsante!

Il dito si posa sul pulsante....

Megaloman è inerme sulla croce, i sui amici rassegnati, Bairok esorta Capitan Delitto a premere quel caxxo di pulsante!



Delitto pone il dito sul pulsante, ma il dito incredibilmente trema... sarà l'eccitazione per l'imminente vittoria?
Delitto esita, ritrae l'arto destro con l'indice proteso.. con la mano sinistra stringe la destra, la sinistra si oppone, la mano destra forza la gemella di nuovo sul pulsante, ed infine lo preme!
Perché Capitan Delitto ha indugiato?
Ipotizzo che dalle movenze del casco l'attore proferisse delle battute, che ci avrebbero spiegato il suo sconcertante comportamento, ma purtroppo l'adattamento italiano fu assai approssimativo. Resta il dubbio su questa scena.



Una volta premuto il pulsante rosso la lancetta dell'indicatore del "POWER UP" inizia a salire: 30... 40... 60...
Una luce appare sempre più fulgida sulla testa di Megaloman, Bairok gongola, la lancetta si inerpica verso la zona rossa...

Piccola chiosa tecnologica: 
ma gli strumenti alieni erano scritti in inglese? (l'avevo già notato in altre puntate)

La lancetta continua a risalire la scala verso il suo massimo, Bairok incita un qualche tecnico ad "aumentare..." l'intensità, non si capisce di cosa, ma "aumentare...".
Megaloman soffre.



Il labiale di Bairok è chiaro: "aumentare... aumentare... 100 mila chilowatt!"
Quindi lo strumento per l'esecuzione di Megaloman è una croce elettrica...

Altra piccola chiosa tecnologica:
Quindi gli alieni usavano la nostra stessa unita di misura per la potenza elettrica?
Vabbè, sarà l'adattamento italiano  ^_^

Il pathos aumenta in proporzione alla discesa della lancetta verso il 100 ("cento! cento! cento!")
Pare che tutta la potenza sia trasmessa da questa piccola antenna da macchinina radiocomandata, ma di colpo l'emettitore si spezza... l'espressione di Bairok, una delle tante in questa puntata, è unica   ^_^
"makekkaxxo succede?!?!"


Mari ha scagliato un pugnale (tipo Sai) contro l'antenna, grande mira e grande potenza di lancio!
La madre incita il figlio a liberarsi dalla croce, in quanto sono ormai passati i 3 minuti di calo energetico dopo l'uso della Fiamma di Megalopoli nella puntata precedente.



Megaloman è di nuovo libero, faccia a faccia con i quattro kaiju, la croce esplode, Bairok ordina ai mostri di distruggere il nostro eroe.


Takashi è in gran forma, semina mazzate a destra e manca!


Bairok insegue Mari facendola prigioniera. Arrivano Hyosuke, Ran ed Ippei, ma sono catturati anch'essi.
Inizia un dialogo tra Bairok e Mari da una parte e sullo sfondo Megaloman (con i kaiju educatamente in disparte).
Bisognerebbe capire se Bairok e Mari gridano così forte da farsi sentire da Megaloman, oppure Megaloman abbia il super udito...
Bairok intima a Megaloman di arrestare la sua lotta contro i kaiju, altrimenti ucciderà la "donna" (con un revolver, niente arma aliena?), di cui evidentemente ignora l'identità e quindi l'importanza ricattatoria.

Mari incita il figlio a continuare la lotta, non si deve preoccupare di lei, che per la libertà morirà felice etc. etc. etc.
Cosa fa questo genio di Takashi?
Si fa scappare un "mamma"!
Complimentoni...

Bairok passa da sbalordito ad assai compiaciuto, comunica subito di avere fra le mani la madre di Megaloman a Capitan Delitto, che sapeva giù tutto perché stava guardando la scena in streaming, oppure era in smart working? 
Capitan Delitto è ancora più compiaciuto di Bairok, è così contento che...



... si toglie il casco!
Ed è uguale a Takashi, solo con le orecchie da cocker spaniel, ed ordina (di nuovo) di uccidere Megaloman, ora che questi è inerme per timore venga uccisa la madre.
Qui c'è la prima scena in cui il nostro eroe viene preso a calci dove non batte il sole   ^_^


Mari invita, di nuovo, il figlio a disinteressarsi di lei e a continuare a combattere per la libertà etc. etc. etc.
Takashi invoca ancora la mamma...
Qui è obbligo citare l'immenso Totò in "La banda degli onesti" quando replica al complice Cardone (minuto 41 e 14 secondi) che dice "ma la mamma....": "E ricominciamo con la mamma! Cardone mio, tutti abbiamo una mamma!"   ^_^

"E ricominciamo con la mamma! Takashi mio, tutti abbiamo una mamma!"


Continua il dialogo a distanza tra madre e figlio, durante il quale Megaloman si prende il secondo calcio in c...o!


Alla fine Takashi, implorando il perdono della mamma e dicendole che le vuole bene (lo avremmo fatto anche noi nella stessa situazione), ricomincia a combattere. La donna lo guarda fiera e commossa.
Mari chiude gli occhi, è rassegnata, Bairok sta per premere il grilletto...


Mancando Seiji, l'unico che può intervenire è Hyosuke, che si avventa su Bairok per disarmarlo, ne nasce una colluttazione (sempre belle espressioni facciali), durante la quale parte un colpo di pistola... e chi se lo becca?   


La faccia di Mari dice già tutto   ^_^
Megaloman è affranto, non quanto Hyosuke che ha sparato alla donna... che ora giace a terra esanime con il mantello insanguinato, che evidentemente non era antiproiettile... 


I tre amici ingaggiano un combattimento con i becchini e Bairok, che da grande emulo di Houdini, si esibisce in un numero di escapologia, in pratica scappa...   ^_^
Megaloman distrugge subito un kaiju con la Fiamma di Megalopoli, ma gli altri tre si dileguano come Bairok... eppure Megaloman ora era inerme per altri tre minuti... 


Bairok, schiena alla battaglia, minaccia di nuovo Megaloman.
Takashi corre dalla mamma, che apre gli occhi, forse c'è una speranza!



Con sullo sfondo il Fujiyama Takashi porta la mamma a farsi curare.
Intanto Bairok viene cazziato da Capitan Delitto (senza casco), che nota come Megaloman, pur di vincere, non abbia esitato a sacrificare la madre.
Ovviamente gli schemi mentali di Capitan Delitto da spietato invasore, gli impediscono di comprendere il sacrifico del ragazzo, che ha fatto tutto per un bene superiore.
Delitto chiede a Bairok se abbiano terminato lo studio della criniera di Megaloman, che era stata recisa nell'episodio numero 19, in modo da scoprire il segreto del loro nemico. Bairok lo informa che sono a buon punto, ma che hanno terminato il materiale da analizzare, cioè non hanno più capelli di Megaloman.
Capitan Delitto ordina di mandare dei kaiju per recuperare altri capelli di Megaloman, Bairok è sorpreso, ma obbedisce.
 

Mari è già completamente guarita...
Takamine parla al gruppo sullo sviluppo della battaglia appena cocnlusa, quando gli arriva comunicazione telefonica (corroborata dal radar di Mari) dell'arrivo a Izumi(?) di tre kaiju assieme.
Segue un dialogo tra Takashi e Mari all'ennesima potenza delle seghe mentali giapponesi  :]




Ho cercato la località Izumi sul web, dato che non credo si riferissero al ristorante giapponese vicino a Saronno, ipotizzo fosse la città di Izumi nella prefettura di Osaka   ^_^

Takashi si reca in loco, si trasforma ed inizia il combattimento contro i tre kaiju, che sono gli stessi che si erano inspiegabilmente dati alla fuga pochi minuti prima (in questa puntata), comandati sempre da Bairok sul campo.
Ad un certo punto uno dei tre spara dei missili contro Megaloman, lo stuntman li evita e questi finiscono contro uno dei soci...

Bairok non la prende bene... e non è finita qui...
Mentre il kaiju colpito sta per esplodere, un altro kaiju gli viene spinto contro da Megaloman, ed esplodono entrambi!
Rimane un solo kaiju, che viene affrontato con la spada è colpito in stile samuraico.


Ma nel momento in cui viene colpito,, il kaiju riesce a portare a termine il piano di Capitan Delitto e Bairok, recidendo la criniera di Megaloman.
Solito stupore tra i sui amici, ma era già successo due episodi prima.


Bairok sembra un bambino che vede la sua prima nevicata  ^_^
Lo scienziato recupera altro materiale per le analisi, si potrebbe eccepire che il metodo di immagazzinamento sia un po' infantile, ma magari avevano terminato i contenitori asettici.


Ci viene infine mostrato come Megaloman distrugge l'ultimo kaiju, con una deflagrazione in stile "Apocalypse Now" nella scena degli elicotteri che lanciano il napalm sulla giungla vietnamita.



Megaloman è provato.
Capitan Delitto soddisfatto.
Hyosuke, Ran ed Ippei si congratulano con Takashi.
Ma Takashi è accigliato, chissà cosa lo aspetterà nella prossima puntata.

2 commenti:

  1. Mah, il Sig. Bairok sembra uno parecchio deluso per essere stato scartato al provino da batterista dei Kiss.

    RispondiElimina