CERCA NEL BLOG

mercoledì 7 maggio 2014

Go Nagai Robot Collection 16 Koji Kabuto




Koji Kabuto, per molti un inetto, per pochi un mito, per tutti uno con grossi problemi di identità, visto che usa tre nomi diversi per tre serie distinte, seppur collegate.
Che lo vogliate chiamare Koji, Ryu o Alcor resta un adolescente con variegati problemi emotivi e scarse capacità come pilota di robot, in pratica un gran rinco.
Basta vedere la faccia da rimba di questa 16esima uscita della ormai famigerata Go Nagai Robot Collection:





Capisco che non sia una cosa facile riprodurre un viso, tra l'altro abbastanza comune come quello di Koji Kabuto (niente cicatrici alla Harlock), dal 2D al 3D, però quelle guanciotte paffutelle sarebbero state meglio a Peter in Heidi, forse poteva essere un'opzione sensata calargli la visiera para occhi, così le pupille non si vedevano, come è stato fatto con Actarus.
Comunque, rispetto alla Regina Himika che è toccata a me, questo è un capopopolavoro: Himika dalla falce storta.
Il nostro Koji/Ryo/Alcor è alto più o meno quanto gli altri 3 piloti di robot usciti fino ad ora (Hiroshi cyborg e Tettetsuya), circa 8 cm, però i piloti non sono proprio identici, sia in altezza che come corporatura. Anche qui, non è che uno pretende la perfezione in scala, ma almeno che ci sia uniformità.
Dalle tre scan sotto si può notare come Actarus, che dovrebbe essere il più alto, è, invece, il più basso ed esile. Koji Kabuto, che dovrebbe essere il più piccolo, è, al contrario, il più alto e massiccio. Hiroshi Shiba in versione cyborg, essendo parzialmente piegato, fa un po' storia a se. Comunque è palese che Koji Kabuto, Tetsuya e Actarus siano differenti come corporatura.








Koji/Ryo/Alcor nel suo box.




Da varie angolature.





Si può notare come il mio medellino tenda un pelino a pendere all'indietro, tipo avesse bevuto troppo e non si reggesse in equilibrio, cosa che con Koji non mi sorprenderebbe...














Nella mia critica del fascicolino-ino-ino-ino-ino, che potrebbe sembrare eccessivamente spietata, c'è da considerare come nella terza uscita viene etichettato il raccoglitore dei fascicoli: "L'ENCICLOPEDIA"




Io posso anche comprendere che su Garada K7 ci possa essere poco da scrivere, ma su Koji Kabuto... è presente in tutti e tre i manga, ed è il primo pilota di Go Nagai!
Vedere che in questo numero a lui dedicato non si raggiunge neppure una pagina di scritto (meno di due colonne complete) è disarmante...
Secondo me a Go Nagai non interessa molto ciò che viene venduto nel mondo usando il suo nome, l'importante è la pecunia.

Pagina 2, qualche notizia su Koji Kabuto;
Pagina 3, immagini del modellino appena comprato;
Pagina 4, mezza colonna su Koji Kabuto nei manga;
Pagina 5, immagini del manga;
Pagine 6 e 7, riproposizione dei disegni in copertina;
Pagina 8, una colonna su Koji Kabuto nei manga;
Pagina 9, immagini tratte dal manga;
Pagina 10 e 11, terza puntata della "Galassia dei piloti", stessa impostazione de "La galassia dei giganti".

2 commenti:

  1. Ha un po' la faccia da ragazzino incaxxato a cui hanno rubato la merenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parliamo di Koji Kabuto, cosa pretendi? ;)

      Elimina