CERCA NEL BLOG

martedì 25 aprile 2017

Telesette dal 30 dicembre 1979 al 5 gennaio 1980 - "Attento Goldrake, questa volta è la fine!", di Virginia Falcone



Dopo parecchi Tv Sorrisi e Canzoni, qualche Telepiù, un Radiocorriere TV e un Onda TV, tocca ad un Telesette, e prossimamente cercherò di postare altre testate, tanto per non essere eccessivamente ripetitivo  ^_^
Questo articolo va inserito nel periodo della terza tranche della trasmissione di "Atlas Ufo Robot", il suo titolo pare quasi ispirato da "Studio Aperto", ed il contenuto, che per inciso non è negativo, fa parte del filone "fatto al computer", che ormai era assodato fosse una realtà incontrovertibile.
Più di una volta ho pensato di inserire la tag "anime fatti al computer", o qualcosa di simile, ma poi ho desistito perché questa fake news è presente in gran parte degli articoli in mio possesso. Anche i giornalisti che non scrivevano pezzi in cui accusavano di qualche nefandezza i cartoni animati giapponesi, o quelli che addirittura li difendevano, davano per assodato che il "computer avesse ispirato" gli anime del periodo, come si può leggere nell'occhiello.
Virginia Falcone, oltre alla bufala mediatica sul computer, incappa di altre imprecisioni, però non credo che si potesse ai tempi (o possa oggi) pretendere la precisione su articoli inerenti i cartoni animati, quando i giornalisti controllano a stento le fonti su notizie importanti...
Il titolo "Attento Goldrake, questa volta è la fine!", avrà fatto venire un infarto ad una moltitudine di giovani lettori e lettrici, convinti che il loro eroe stesse per essere sconfitto dai veganiani, mentre si trattava solo dell'informazione che la serie stava finendo: i giornalisti sono dei gran burloni  ^_^
Alla sgomento di milioni di bambini e bambini per la "fine" di Goldrake, avrebbe dovuto rimediare la notizia che dal 7 gennaio la Rai avrebbe trasmesso un altro anime robotico: Mazinga Z!!!
Si... come no... proprio uguali...   T_T


Intanto i nomi delle armi sono tutti corretti, parrà poca cosa, ma dimostra che la giornalista si sedette davanti alla televisione almeno 5 minuti, oppure chiese info a qualche esperto, tipo il figlio o il nipotino  :]
Ogni tanto ritorna la diatriba su come chiamare gli invasori provenienti da Vega: vegani? veghesi? veghiani? veganiani?
Io propenderei per "veganiano", come scrive Virginia Falcone, anche perché "vegano" ormai è stato requisito da chi non mangia carne... non potevano scegliere "a-carnivoro"?  >_<
La giornalista pare anche comprendere uno degli aspetti migliori di questi cartoni animati giapponesi, cioè che i cattivi avevano anch'essi delle motivazioni, che poi li portavano a compiere la scelta sbagliata, ma la loro non era pura cattiveria.



Voltata la pagina ci ritroviamo davanti ad altre belle immagini della serie, per un totale di quattro pagine dedicate ad "Atlas Ufo Robot".
Piccola postilla:
avranno anche tolto l'Atlas dai DVD da edicola, e potranno pure eliminare l'Atlas da tutto lo scibile umano, ma per noi resterà sempre e comunque "Atlas Ufo Robot", alla Toei dovrebbero farsene una ragione, anche perché a comprargli il materiale di Goldrake saremo sempre e solo noi "atlasiani"  ^_^




Non è la prima volta che leggo "Toei Animation Dinamic Production" in articoli del periodo, benché a me paia che ai tempi la Toei si chiamasse solo "Toei Doga" o "Toei Animation", può essere che i giornalisti, questa volta, da una qualche fonte attinsero questo nome. Oppure, come per gli anime fatti al computer, si limitarono a ribadire all'infinto un nome errato  >_<
Tipo Haidy...   Johanna Spyri si sarà rivoltata nella tomba...  T_T


Trovo divertente che il nome "Atlas" risultasse oscuro anche alla giornalista, tanto che pensò bene di appiopparlo alla Spacer di Goldrake!!!   ^_^
Ma poi arriva la perlata:
"Ora i critici televisivi, dopo aver detto che certi cartoni animati sono diseducativi (ma hanno dovuto ammettere che la loro voce è stata ascoltata come quella che declamava nel deserto), accusano la produzione giapponese di fare i programmi con il computer.
Serve la scena del duello? dicono. Bene, i produttori giapponesi chiedono al computer di fornire le sequenze necessarie, con il risultato che i duelli sono sempre gli stessi, che la messa in azione delle varie diavolerie inventate dai veganiani e da Actarus per darsi battaglia seguono sempre lo stesso ordine...".

Ovviamente il motivo della ripetizione delle scene era il risparmio dei disegni, ergo del tempo per confezionare un episodio, non di certo l'utilizzo di un fantomatico computer, che ai tempi doveva essere disponibile per agenzie come la Nasa, il Pentagono, oppure per multinazionali come la Lockheed, forse l'IBM  ^_^
Non di certo per uno studio di animazione giapponese con 500/600 dipendenti, che operava tutte le fasi della lavorazione totalmente a mano!
A questo proposito sarebbe interessante indagare su quali fossero le nozioni (ammesso ne avessero...) dei giornalisti, tra la fine degli anni 70 e i primi anni 80, sul funzionamento reale di un computer, sulle sue capacità di calcolo, su ciò che poteva fare, e su quello che non avrebbe potuto assolutamente fare, se non a costi esorbitanti, ammesso esistesse un computer in grado di fare ciò che si leggeva sulla nostra stampa:
Esisteva un computer che potesse elaborare una sceneggiatura e/o eseguire direttamente i disegni per un cartone animato?
Per i giornalisti italici sicuramente si   ^_^


Ricomincio con gli articoli presenti dall'inizio della rivista.
Avviso che, purtroppo, a questo numero mancano le pagine dalla 7 alla 12, e di conseguenza quelle dalla 77 alla 82. L'assenza di queste ultime sono più gravi, in quanto verranno a mancare i palinsesti Rai di venerdì 4 gennaio e della Rete 1 Rai di sabato 5 gennaio. Infatti Telesette prevedeva prima i programmi delle tv private, in questo caso del nord est, e alla fine i programmi delle tre reti Rai e delle tre tv straniere.



Ho trovato estremamente interessante questo articolo che svela il segreto di quella piccola scritta "rai" che ad un certo punto iniziò a comparire sullo schermo tv, e che non stava mai ferma!
Te la ritrovavi su, poi giù in basso, poi di nuovo in alto a destra etc etc etc, piccola, media, grande, con caratteri diversi... perché?
La pirateria!!!
Noi italiani piratavamo ben prima del web!!!


 I "Gatti di vicolo dei miracoli" erano il mio gruppo di comici preferiti, sia per i tormentoni ("Capito?! Hai studiato?! Ho studiato!!! Ciao!!!"), che a scuola ripetevamo senza sosta, sia per le divertentissime canzoni. Rimasi parecchio male quando iniziarono a sfaldarsi  T_T





Non essendo televisioni del milanese, avrò ben pochi aneddoti e considerazioni da fare, meglio per chi leggerà  ;)
Su "Tv delle Api" alle 19,50 trasmettevano "Gai King"!!!
La storia di un re che affronta la sua omosessualità?  O_o
 


Se Virginia Falcone aveva chiamato la pastorella svizzera Haidy, su Teleregione alle 18,30 c'è il telefilm di Heidy...
Certo che LR TV ci dava dentro con i film per adulti!!!   ^_^ 







Manca anche la programmazione della Rete 1 di domenica  T_T



All'interno dei palinsesti erano presenti delle pagine inaspettate, tipo le parabole religiose, quando poco prima erano pubblicizzati dei film per adulti... le ricette o curiosità varie.
Bei tempi quando potevo vedere la Svizzera... sarei disposto a pagare per poterla vedere ancora!



"La fuga di Gandal" è il 67esimo episodio della serie, ergo eravamo proprio agli sgoccioli   T_T
Praticamente si arriva fino alla penultima puntata, e i titoli rispettano l'ordine cronologico presente su Encirobot.


 Perché questa bibita fu dedicata alla Orsomando?   O_o



Lo sapevate?
Le sapevo tutte tranne quella del cetriolo di mare, che però è sbagliata, o scritta male. Infatti l'oloturia non recupera gli organi interni espulsi per distrarre il predatore, ma li rigenera!
https://it.wikipedia.org/wiki/Holothuroidea






Nella sua prima trasmissione televisiva su Telemontecarlo "Star Trek" era intitolato "Destinazione Cosmo", probabilmente il titolo originale rischiava di non far comprendere subito al telespettatore che si trattasse di un telefilm di fantascienza.



Assai spesso le pubblicità a fondo pagina avevano un tono abbastanza truffaldino... in questo caso cercavano di venderti addirittura un'antenna spaziale!!!
Anzi, un'antenna tv supergalattica!!!!!!!!!!!!!!!!
Coi problemi di ricezione che esistevano ai tempi, mica come oggi con il digitale terrestre(...), la promessa di un'antenna che permettesse di vedere bene tanti canali, addirittura esteri, doveva aver attirato parecchi compratori.
E poi era brevettata negli USA!!!
Io per anni mi son dovuto guardare Antenna Nord che spesso oscillava verticalmente... mio padre dovette protrarre il tubo che reggeva l'antenna esterna, per recepire un po' meglio il segnale ed evitare che mi venissero le vertigini  >_<


11 commenti:

  1. Che nostalgia le vecchie private venete prima dell'avvento del Biscione! Se non ricordo male RTV Veneta diventerà uno dei due ripetitore di Canale 5 (l'altro era Video Veneto), Telesanmarco diventerà un ripetitore di Italia 1 Televerona diventerà un ripetitore di Rete 4.

    Grazie dei ricordi!

    RispondiElimina
  2. Vedere le foto di Branduardi, Zero e della Bertè così giovani mi ha fatto capire quanto sono vecchio! :)))
    In quegli anni non guardavo la tv, uscivo già con gli amici e le amiche, quindi mi sono perso praticamente tutta la programmazione televisiva dal 1978 fino all'acquisto della mia prima tv, nel 1991. Non che rimpianga di essermi "perso" tutta quella tv, per carità!, però a leggere la programmazione di quei tempi mi viene da pensare che la situazione fosse assai migliore di quella odierna.
    All'ora di cena ogni tanto accendiamo la tv, ma spesso dopo qualche minuto di zapping spegnamo perché non c'è nulla di interessante da vedere (qualcosina su rai storia, magari, che non sia la replica di una replica di una replica...). E pensare che pago pure il canone! :)
    Comunque la fine dei Goldrake la vidi solo qualche annetto dopo... tipo due tre anni fa quando mi comprai tutti i dvd in edicola :D
    Ancora complimenti, un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che non aver visto Goldrake nella prima tv di Rai 2 è grave ;)
      Grazie del complimento.

      Elimina
    2. Io credo che ti sei perso tutta la televisione migliore che va dalla fine degli anni settanta galla fine degli anni ottanta, perché già con la legge Mammi del 1988 è stata azzoppata con le prime proibizioni ( in televisione facevano di tutti, dai telefilm più belli come Starsky e Hutch e Magnum P.I. ai film di tutti i tipi a qualsiasi ora). Già nei primi anni novanta c'era stato una certa caduta di qualità, ma oggi c'è solo tele spazzatura con programmi pseudo giudiziari e politicanti e repliche delle repliche, tanto che quando arriva l'estate non ci si accorge che le emittenti trasmettono repliche. Fa un po' ridere vedere il trio Kirk, Spock ( nel telefilm è in inglese Spack) e McCoy con le uniformi del primo film di Star Trek del 1978 anziché del telefilm (Kirk con maglia giallo oro e Spock e McCoy color blu).

      Elimina
    3. Non so, ovvio che io sia affezionato ai programmi dalla metà degli anni 70 a fine anni 80, come te, però, forse, è proprio questo a falsare il nostro giudizio.
      Avendo tante riviste tv, ho scoperto anche programmi che erano veramente orrendi.
      Tipo la Rai che diede a Cicciolina uno spazio in seconda serata su Rai 2...

      Elimina
  3. Di Telesette ne avevo tantissimi lo preferivo per certi versi a Tv sorrisi e canzoni soprattutto x la programmazione delle Tv locali naturalmente essendo di Roma c'erano le varie Teletevere, GBR, TVR Voxon ecc ecc

    Claudio

    RispondiElimina
  4. Vegani ahahahahah , simao sul pezzo anche al giorno d'oggi! ;)

    Cmq bellissima Antonella Interlenghi ;)

    Bel post , grazie :)

    RispondiElimina