CERCA NEL BLOG

domenica 21 febbraio 2016

Candy Candy - Secondo album figurine Panini 1981


Visto che della serie animata di Candy Candy di materiale nuovo non si trova in giro nulla (tranne i due romanzi), a causa della guerra legale Igarashi-Mizuki, che come virulenza supera di gran lunga la guerra dei "Quoti" del primo "Guerre Stellari", bisogna accontentarsi dei cimeli anni 70/80, come questo secondo album della Panini.
Mi chiedo quanti soldi avrebbe fatto il duo Igarashi-Mizuki in tutti questi anni, se invece di litigare come due bambine sui diritti si fossero accordate, e quanti altri soldi perderanno in futuro, contente loro... sembrano due piccole Iriza...
Su questa seconda parte della storia io sono ancora meno ferrato della prima parte, in quanto ero già uscito da un pezzo dal tunnel dell'eroina tutta lentiggini, mi ero disintossicato a forza di Mazinga, Jeeg e Gaiking :]
Nonostante la mia ignoranza ho notato che, rispetto al primo album Panini di Candy Candy, la storia è più rispettosa della serie tv, in quanto sono mostrati, anche solo come flashback, gli accadimenti che incredibilmente erano stati omessi precedentemente, e mi pare che tutta la trama di questa seconda parte sia presentata correttamente, considerando i limiti di un album di figurine.
Molto bella l'introduzione all'album, in poche righe traccia bene il senso della storia e i pregi/difetti dei personaggi mostrati. Anche di un Anthony ormai già morto da un pezzo, e che nel primo album era stato mostrato solo in due figu...


La prima pagina è un riepiloghino della storia presentata nel primo album, in cui la scena della figurina numero 3 non era mai stata mostrata...


Sinceramente, alla fine, sto cacchio di zio William mi aveva rotto i maroni, come il resto dei personaggi, sia chiaro  :]

















La scena dell'abraccio di Terence a Candy lo ricordo, ai tempi devo aver visto una mezza puntata dopo che non seguivo più la serie, infatti non ci capivo più nulla, in perfetto stile telenovelas.




C'è una cosa che non ho mai capito bene, ma per fare i piloti, specialmente di aerei di combattimento, non bisogna avere 10 decimi di vista?  O_o
La Mizuki non poteva mettere gli occhiali ad Archie e lasciare Stear con la vista perfetta?




Quando si sparse la voce in cortile, o in classe, che Neal voleva sposare Candy non ci credetti, quasi più assurdo di un Koji Kabuto che pilota un robot!




Certo che avere come suocera questa donna deve essere peggio che guardare tutta la serie...





C'è da dire che il modo in cui Candy scopre la vera identità dello zio William è un bel espediente narrativo.
Cacchio... ho fatto un complimento alla serie...





Mi pare che in qualche sciagurato adattamente, questo banchetto finale, rappresentasse la prova del matrimonio tra Albert e Candy, ma potrei sbagliare.





2 commenti:

  1. Sigh, sniff... potrei piangere fino a domani (perché i miei album hanno fatto una brutta fine).
    Scusa, dove abiti? Così mi organizzo per svaligiarti casa! ;-))
    Grazie per i ricordi!

    S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Essina.
      Prego, è lo scopo del blog ;)
      Abito in via omissis numero omissis, CAP omissis, città omissis provincia di Milano :]

      Elimina