CERCA NEL BLOG

mercoledì 27 febbraio 2019

"Domenica Bis" - Inserto tv della "La Domenica del Corriere" - 5 numeri dal 29 febbraio 1976 all'8 maggio 1976


Come per gli altri due post di "Domenica Bis", inserto televisivo de "La Domenica del Corriere", non metterò tutte le scan di ogni numero presentato, ma solo gli articoli che mi sono parsi più interessanti. Infatti molti di questi articoli riguardavano programmi veramente di nicchia, di una televisione pre-boom tv locali private, programmi che probabilmente erano anche di ottima qualità, ma che penso fossero di una noia mortale  ^_^
Mentre metto tutte le pagine coi programmi televisivi, che oltre ai due canali Rai (Rai 3 non esisteva ancora) presenta le tre tv "estere" che trasmettevano in italiano sul nostro territorio:
Telemontecarlo, Svizzera, Capodistria.
Questi tre canali oggi non parranno nulla di particolare, ma ai tempi rinnovarono tantissimo i palinsesti a cui eravamo abituati, obbligando la Rai a darsi un po' una svegliata artistica, come capiterà di lì a poco con le tv private.
Non solo queste tre tv estere trasmettevano in orari in cui la Rai ci faceva vedere il monoscopio, ma permettevano di vedere partite di calcio in diretta, molti più film e telefilm, ed anche più cartoni animati, benché fossero sempre i soliti di importazione statunitense, però in maggiori dosi rispetto alla Rai.
Bisogna sempre rammentare che nel 1976 la Rai non trasmetteva tutto il giorno, prendo ad esempio la pagina dei programmi del 29 dicembre 1975 di "TV Sorrisi e Canzoni" qui sotto.



La Rete 1 iniziava a trasmettere alle 12,30, ma poi smetteva dopo il telegiornale delle 13,30, e fino alle 17,00 (con il segnale orario) non c'era nulla.
La Rete 2, poi, iniziava direttamente alle 18,45...
Oggi sembrerà impossibile, ma esistevano fasce orarie SENZA programmi televisivi!   ^_^
Quindi se volevi guardare un po' di tv in un pomeriggio piovoso invernale, dovevi sintonizzarti sulla Svizzera, che trasmetteva immancabilmente le partite di hockey su ghiaccio.
Ci sono cresciuto con l'hockey della Svizzera italiana!
Da notare l'avviso in alto a destra sulle trasmissioni di prova a colori della Rai, perché la Rai trasmetteva ancora in bianco e nero!


C'è da dire che i "Domenica Bis" erano un po' monopolizzati dal suo direttore, cioè Mike Bongiorno.
Quella sopra è la pagina di continuazione dell'articolo in prima, che riguardava Marcello Marchesi, il primo umorista, come li chiamavano allora, che si vide in televisione. Diciamo che fu il nonno di Crozza e soci, anche se il tema politica non fosse contemplato in Rai   ^_^
E c'era di mezzo sempre la Viviani  :]



Che fine avrà fatto il "ragazzino della Goggi", che pareva essere pronto al salto tra le grandi star televisive?






Da notare che alle 17,15 c'erano i Barbapapà.






 Sul secondo canale la sesta puntata di "Spazio 1999", alle 22,00  ^_^




In prima pagina Romina, che è ancora in televisione... e poi una intervista (sempre di Mike) a Gianni Brera.
Personalmente da ragazzino lo seguivo sempre nelle trasmissioni di calcio sulle tv locali, era divertente, ma non nel senso di "buffone", come tanti e troppi giornalisti sportivi di oggi... divertente nel senso che non ti annoiava.





Albano e Romina!
Ole!!!!  ^_^




 Alle 21,50 sul secondo canale c'era la replica (la Rai replicava un po' all'infinito...) della prima serie di "Supergulp", che inizialmente si chiamava solo "Gulp, i fumetti in tv".







Qui Mike fa notare quello a cui accennavo sopra, cioè che se uno voleva guardarsi una trasmissione di svago, doveva spesso rivolgersi alle tv estere, specialmente perché erano entrati in palinsesto molti più telegiornali di prima, ma molti meno di quelli che vediamo oggi.




Ave Ninchi mi faceva morire, e scopro che tifava anche Juve! Grande!
Lei si occupava anche di ricette in televisione, direi la prima e l'unica ai tempi, oggi ci sono solo trasmissioni meteo e culinarie...  >_<











Mike andò negli Usa e in Canada per presentare un festival della canzone italiano a beneficio degli emigrati italici.
Cavolo!
Gli italiani emigravano per motivi economici?! Ma veramente?!
Secondo me gli Usa e il Canada avrebbero dovuto sparare sulle navi che solcavano gli oceani, oppure chiudere i porti!!!




Ogni canzone dei Gatti diventava un tormentone che in classe e in cortile sapevamo tutti a memoria, e ben prima delle sigle dei diseducativi cartoni animati giapponesi!  ^_^
Proooooova!!!!









Mi pare di intuire che Mike non prese bene il bidone rifilatogli da Walter Chiari...



Io, oramai, collego sempre Ombretta Colli alla sua carriera politica... non mi riesce di valutarla senza quel periodo anni 90/2000...





Sulla Rete 1 alle 17,40 c'era la seconda parte di un film d'animazione giapponese del 1973:
L'orsetto panda e gli amici della foresta







5 commenti:

  1. Eravamo ancora in tempi di crisi e austerità in tv. Ricordate le domenica a piedi? Io ero troppo piccolo ma quella tv la ricordo. Fortunatamente c'erano Telemontecarlo, la Svizzera e Capodistria :D

    RispondiElimina
  2. Mi ricordo che poi la fascia mattutina venne occupata dal Televideo, non so se fino all'arrivo di Uno Mattina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Le prove del Televideo iniziarono nel 1984. E poi dal 1986 credo che andarono regolarmente in onda la mattina

      Elimina
    2. Mi sono andato a guardare qualche numero random di TV Sorrisi delle annate 84/85/86.
      Nel 1984 (in quelli che ho guardato) non c'erano le prove del Televideo la mattina sulla Rete 1, mentre nel 1985 e fino all'agosto (dove ho controllato) 1986 si!
      Durarono veramente tanto...

      Elimina
    3. Ah ecco. Mi sa che su Rai 3 andarono anche oltre l'86... ma magari ricordo male...

      Elimina