CERCA NEL BLOG

mercoledì 25 luglio 2018

"Heidi va in città - La favola televisiva di una bimba come te" - Heidi n° 3 (maggio 1980?)



Oggi si usa il termine "narrazione" per evidenziare quando un tizio ti sta raccontando un balla pro domo sua oppure per mettertelo direttamente nel cosiddetto, tecnicamente parlando.
Il titolo di questo numero 3 della "Foto Edi Tivu" è molto da "narrazione", in quanto, scrivendo "Heidi va in città", pare che quasi che la bimba Svizzera partì volontariamente per un week end turistico a Francoforte, quando, invece, venne letteralmente strappata al nonno e mandata a fare la dama di compagnia. L'unico modo di chiamare l'atto della zia Jeanne è rapimento, non per nulla la simpatica signora usa anche un nome falso, in quanto si dovrebbe chiamare Dete...
Nella pubblicazione sono raccontati eventi facenti riferimento a più puntate rispetto alla serie animata:
l'arrivo a casa Sesemann, e l'incontro con Clara, Sebastiano e la signorina Misericordia;
la prima mattina a Francoforte; la prima lezione col maestro; il ragazzino che suonava l'organetto e i micini dati dal campanaro.
C'è da dire che un episodio del telefilm durava di più di uno dell'anime, e sinceramente non rammento se i fatti narrati corrispondessero a più puntate della serie live.
Son passati troppo anni  >_<
Degli attori del telefilm ho un buon ricordo di colui che impersonava Sebastiano, che si avvicinava tantissimo a quello dell'anime.
Molto lontana dalla cattiveria animata, invece, la versione live della signorina Rottenmeier.
Guardando le immagini mi son ricordato che si dava molto spazio ai pettegolezzi della servitù, molto più spazio di quello che riservo Takahata.
Ovviamente io faccio continuamente riferimento al cartone animato giapponese perché ai tempi era l'unico raffronto che potevo fare, e che vedemmo per giunta ben prima del telefilm.
Più corretto sarebbe paragonare il telfilm al romanzo originale:
Heidi (romanzo di Johanna Spyri)

Per il resto il volumetto è strapieno di immagini del telefilm, che purtroppo non gode di una edizione italica in DVD, ergo l'ho scannerizzato interamente.

"Finalmente dal nonno - La favola televisiva di una bimba come te" - Heidi n° 1 (marzo 1980)
"Un inverno felice - La favola televisiva di una bimba come te" - Heidi n° 2 (aprile 1980)

         



In questo numero manca la datazione, motivo per il quale ho messo il punto interrogativo al mese e all'anno, anche se nel numero precedente si dava appuntamento al mese successivo, ergo maggio 1980.
Buona lettura o buone immagini  :]



















































10 commenti:

  1. Secondo te qual è la migliore trasposizione televisa o cinematografica del libro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avendo letto il romanzo originale, però considerando che questo telefilm lo ricordo appena, direi che l'anime di Takahata fu molto fedele.

      Elimina
    2. Avevi visto la serie tv prodotta tra gli altri, dalla Fininvest del 1993?

      Elimina
    3. No, non sapevo manco che esistesse >_<
      Come era?

      Elimina
    4. Non posso giudicare, non credo di averla vista nemmeno io, se la guardai, la guardai molto distrattamente. Te lo domandavo perchè dicono sia tra le migliori trasposizioni. Comunque era questa: https://it.wikipedia.org/wiki/Heidi_(miniserie_televisiva)

      Elimina
    5. Ma questa serie mande in Silvietto non è un po' troppo breve per essere una degna trasposizione del romanzo?

      Elimina
    6. Assolutamente. Ma tu pensa a tutti i film usciti su Heidi che in realtà durano lo spazio di 90 minuti pià o meno, cosa possono aver riassunto da un libro... boh.. in effetti ci vorrebbe una serie tv di almeno 10 puntate

      Elimina
    7. Quindi o l'anime oppure la serie di questo album ;)

      Elimina
  2. Già :D Ma ancora non capisco come mai non abbiano fatto davvero una serie tv degna , come quelle che si fanno attualmente... mah...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse basterebbe fare una edizione in DVD di questo vecchio telefilm.

      Elimina