CERCA NEL BLOG

sabato 27 agosto 2016

Il fumetto "Actarus" N° 8 - "Dischi volanti" - luglio 1980


Con un titolo come "Dischi Volanti" è la volta buona che si vedrà Goldrake una pagina si e l'altra pure. La storia sarà piena di ufo di Vega, lo stesso Actarus, Alcor, Venusia e Maria saranno impegnati in combattimenti spaziali e terrestri contro Hydargos, Gandal e Zuril. Il Goldrake 2, la Trivella Spaziale e il Delfino Spaziale verranno utilizzati massicciamente.
Insomma, finalmente questo numero sarà un VERO fumetto su/di Goldrake!!!!
...
...
...
E invece no...
Goldrake non si vede mai, tranne che in copertina.
Men che meno il Il Goldrake 2, la Trivella Spaziale e il Delfino Spaziale.
Nessuna apparizione per Vega, Hydargos, Gandal e Zuril, ma neppure per un qualsiasi mostro o spaziale o un sperduto minidisco.
Actarus, Alcor, Venusia, Maria e Procton ci sono, ma i primi quattro non indossano mai neppure la tuta da piloti.
Io mi rendo ben conto che faccio la figura di quello che si sveglia con 36 anni di ritardo per fare una critica ad un fumetto ormai dimenticato, e se lo hanno dimenticato tutti magari la causa risiederà anche nella trama. Le mia incredulità, seppur sfasata di tre decenni e mezzo, è sincerà. In quanto leggo per la prima volta questi fumetti nel momento di fare queste recensioni, e trovo veramente assurdo che la Edizioni Flash pagò la Sacis per sfruttare il brand Actarus/Goldrake senza far vedere praticamente mai il robottone di Go Nagai!
Che senso aveva tutto ciò?!  O_o
Questa volta ho scannerizzato tutto il volumetto, anche a beneficio di un lettore transalpino (Wunderkind 4D) che pare assai interessato alla testata, perchè non vorrei che si pensasse che nelle pagine che non scannerizzo succedano chissà quali scene di azione!
Non succede nulla...
E' un po' imbarazzante vedere di nuovo il gruppo di eroi iniziare la storia con un viaggio in aereo.
Ma non possono usare il Goldrake 2, o la Trivella Spaziale oppure il Delfino Spaziale?  >_<
E pure questa volta un paio saranno in vacanza, Alcor e Venusia, che non parteciperanno all'avventura(?) di Actarus, Maria e Procton, perchè impegnati in un viaggio di piacere a Manila... a Manila? O_o
E al Centro di Ricerche Spaziali chi ci rimane?!
E se gli spaziali attacassero?!
E se la luna diventasse rossa?!
Quesiti inutili.
Alcor e Venusia se ne vanno a Manila a divertirsi.
Actaru, Maria e Procton, che in questi fumetti è diventato quasi il protagonista indiscusso, tanto che il fumetto si dovrebbe chiamare "Procton" e non "Actarus", andranno in una zona del Messico ai confini con gli Usa. Perchè?
Non lo so, cioè... Procton viene, di nuovo, convocato da uno dei suoi tanti colleghi scienziati sparpagliati nel mondo per fargli vedere dei ritrovamenti importantissimi, dico, importantissimi, ma poi non ci andrà mai perchè non ne avrà più il tempo  >_<
Ciò che impedirà a Procton di collaborare col collega è il fulcro della storia, l'apparizione dei dischi volanti. Qualcuno potrebbe obiettare che per una storia di fantascienza con robottoni, mostri spaziali ed invasori alieni, dei dischi volanti dovrebbero essere la normalità, infatti non sono dischi volanti alieni, ma terrestrissimi   >_<   anzi, terre-tristissimi...
Pure stavolta non manca la lezioncina storico-geografica sul Messico, immagino quanto fossero interessati i bambini che leggevano questo fumetto a sapere notizie sul deserto dei Pali in Messico.
Però mi sa che ho già spoilerato troppo...
Quindi:
bla bla bla bla bla bla bla


bla bla bla bla bla bla bla bla

Nell'anime Vega e i suoi scagnozzi erano sempre intenti a spiare i nostri erori alla ricerca di qualche punto debole. In questo fumetto la base e tutti i mezzi sono constantemente lasciati senza personale e piloti, ma non succede mai nulla. Saranno in vacanza anche i veghiani...


 Parte la lezione... non ho trovato nessuna notizia su questo fantomatico deserto messicano dei Pali.



Qui sotto entra in scena la variabile impazzita del fumetto, i banditos che assaltano le banche  >_<


Ma al posto di usare aerei di linea, aerei privati, elicotteri, jeep e/o mezzi a cavallo, perchè cacchio non arrivano direttamente sul luogo con il Goldrake 2 o la Trivella Spaziale oppure il Delfino Spaziale?



Degli scheletri giganteschi!!!
Interessantissimo, direbbe Spock.
Così interessante che non sapremo mai di chi fossero quegli scheletri simil alieni.



Che senso hanno tutte queste tavole?
Mistero, il vero mistero del fumetto  :]








Ecco, se avessero usato il Goldrake 2 o la Trivella Spaziale oppure il Delfino Spaziale non sarebbero finiti in mano a questi temibilissimi banditos messicani!




Actarus viene molto umanizzato, bastano due spintoni permetterlo ko.
Immagino la felicità dei bambini che lo consideravano il loro eroe!



Procton si oppone alla richiesta di riscatto per ben 2 millisecondi, un vero duro!
Impagabile l'espressione mentre ha il coltello alla gola, forse era meglio se stava alla base...
Seguono altre tavole il cui senso ho faticato a comprendere.






Dopo ben 44 pagina, praticamente  a metà fumetto, compaiono i benedetti dischi volanti, che a me paiono il TFO...




Ah ecco!
I banditos erano onesti, ma per colpa dei dischi volanti sono diventati banditos!  T_T



Limiterò i commenti perchè faccio proprio fatica ad esprimere dei concetti adatti alla trama.






Al posto di tornare dal collega di Procton si mettono alla ricerca dei dischi voltanti, aiutati dai banditos.



Li hanno trovati, ma qualcuno ne colpisce uno con un missile!
Chi?
Perché?
Cosa?
Quando?





In queste storie i militari statunitensi ci sono sempre, pare quasi che gli autori non sapessero che le storie originali erano ambientate in Giappone, non negli Usa.




Scopriamo che c'è un mistero nel mistero, ma che fine ha fatto il primo mistero degli scheletri giganteschi? Mistero...










Quindi i cattivi sono un gruppo di terrestri, come terrestri sono i dischi volanti.
Devo dire che l'idea del gruppo terroristico pacifista, per quanto sia un po' un ossimoro, è la migliore di tutto il fumetto.




Nella pagina a destra in basso il collega di Procton che si dispiace perchè il tempo di Procton è finito.



Ciò che mi lascia un po' basito è che finita la storia il fumetto non finisce, e ci viene spiegato il post trama, con dei particolari che chiamare superflui pare poco:
"Il colloquio non potrà durare più di venti minuti, signore" (dice il secondino a Procton).





 1; 2; 3; 4; 5;  6 ; 7



14 commenti:

  1. ATTENZIONE SCOOP : Adesso ti dirò perchè non ci sono i robot ecc....Mio Zio era il disegnatore e mi ha detto che sapeva disegnare bene le figure umane mentre i robot gli venivano male ergo......
    Lone Wolf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti che notizia!!!
      Grazie dello sgub ;)
      Alla fine la spiegazione è quasi sempre la più semplice ahahahahahahahahah ^_^ (risata non ironica)
      La tua rivelazione fa nascere una moltitudine di quesiti, tipo:
      Ma allora perchè non presero i diritti di "Sam il ragazzo del west"? ^_^

      P.S.
      Spero che tuo zio non si sia preso male per le mie critiche al fumetto, che nascono solo dal fatto che in un fumetto su/con Goldrake (che appare in copertina) non si veda quasi mai Goldrake ;)

      Elimina
  2. "Così interessante che non sapremo mai di chi fossero quegli scheletri simil alieni."

    Non ti preoccupare, stanno lì solo per via di Mario Bava e di Ridley Scott.
    E le statuette ce le ha messe Peter Kolosimo.
    Questo è tipo un fumetto di Martin Mystere come avrei potuto scriverlo io nel 1980 (cioè a 13 anni). :D
    C'è di buono che MM nel 1980 non esisteva ancora.
    Però i disegni dello zio di Lone Wolf sono assolutamente dignitosi, per quella tipologia di prodotto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si sa chi li scriveva? Lo zio di Lone wolf lo sa? Pensa che bello se fosse Castelli che faceva le prove per Mystere... No, scherzo! non può averlo scritto lui :D

      Elimina
    2. Chissà se lo zio di Lone Wolf può svelarci a chi appartenevano gli sceletri giganteschi ;)
      Anche saoere chi scriveva i testi e/o la sceneggiatura non sarebbe male come sgub :]

      Elimina
  3. Per La cronaca era il fantomatico zio D'america che si inventava da ragazzi :-)
    PS Martin Mystere l ho iniziato a leggere nel 1985 e all'epoca era l'unico che parlava di cose "misteriose".Poi tutti a seguire.
    Lone Wolf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi lo scoop dello zio che disegnava il fumetto era uno scherzo? ^^

      Elimina
  4. Si pensavo si capisse! ;-)
    Lone Wolf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, io non l'avevo capito T_T
      Ho sempre avuto la pessima abitudine (specialmente sul web) di dare credito alle cose che leggo (entro certi limiti, ovviamente).
      Hai fatto bene a specificarlo ;)
      Peccato, mi avevi tolto un atroce dubbio :]

      Elimina
  5. La Guida al Fumetto Italiano online di Gianni Bono (link) riporta: "Testi di Massimo Pedretti, disegni di Joaquin Chacopino" per questa testata delle Edizioni Flash. Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Joaquin Chacopino - lo zio di Lone Wolf? ^_^
      Grazie AndreaP, ora mi resta solo l'ultimo tarlo, perchè in un fumetto su Goldrake non c'era mai Goldrake? :]

      Elimina
    2. Hahaha, secondo me l'arcano potrebbero risolverlo solo quelli delle Edizioni Flash. Chissà, dato che gli stessi autori facevano anche la rivista Atlas Ufo Robot Goldrake, magari qui volevano disegnare "qualcosa di diverso" :D

      Elimina
    3. Tipo far fare a Sampei lo studente modello, a Koji Kabuto un grande pilota di robot, a Candy Candy la iettatrice.. ah no, già lo era :]

      Elimina