CERCA NEL BLOG

sabato 28 febbraio 2015

Daimos, il figlio di Goldrake - film di montaggio primi anni 80



Prima di commentare questo altro film di montaggio è giusto premettere che io non ho mai seguito la serie "General Daimos", tranne per qualche occasionale spezzone visto ai tempi sulle tv private monori. Ho provato a guardarlo da adulto(?), ma sinceramente, oltre ad avere un doppiaggio italiano orrendo e caotico, ho trovato inverosimile gran parte della trama, infine il robottone è osceno, ed inguardabile è la sua trasformazione.
Detto ciò, il film di montaggio "Daimos, il figlio di Goldlrake" mi interessa esclusivamente per il coinvolgimento d'ufficio di Actarus, che si ritrova ad avere un figlio, probabilmente a "sua insaputa"...
Mentre immagino che per i fan della serie del Daimos il film sarà un scempio perchè massacra tutta la trama e gli accadimenti della 44 puntate.
Il coinvolgimento di Goldrake ed Actarus nel film è abbastanza sporadico, giusto all'inizio del film, che presenta il classico incipit minestrone con date e parole a caso, e in qualche altro punto dove si sottolinea il rapporto di parentela tra Kazuya ed Actarus. Però mi chiedo quale parentela potrà mai esserci tra due robottoni... se Daimos è il figlio di Goldrake, chi è la madre?
L'inizio del film presenta una serie di spezzoni presi dagli altri corti dei film Toei sui robottoni gonagaiani, tagliati e cuciti alla buona, con una voce narrante in sottofondo che spiega l'inspiegabile.
Il commentatore ci informa che siamo nel 2980... quindi, considerando che la serie di Atlas Ufo Robot è ambientata a metà degli anni 70, circa mille anni dopo... vabbè che Actarus era guarito dagli effetti nocivi dei raggi vegatron, però campare 1000 anni mi pare un po' esagerato...
Si capisce che la mano e la voce dei testi è la medesima del film di montaggio Mazinga vs Goldrake dal modo in cui viene pronunciato Goldrake, un po' alla romanesca :]


                                


Actarus, però, non ha passato mille anni a raccogliere fiori su Fleed, ma s'è preso una bella laurea, magari sarà stato pure fuori corso, ma tanto in mille anni si recupera.



                              



Tralasciando il massacro della trama originale, mi concentro sulla proprietà del Daimos. La spiegazione del professor Izumi è incontestabile!
In fondo gli autori voglio chiarire che Daimos è legato a Goldrake, più che altro "regalato".


                                 



Ma quale sarà il cognome di Kazuya, il figlio di Goldrake?
Kazuya Goldrake?
Kazuya Fleed?
Kazuya Daisuke?
No, Kazuya Actarus... cioè il cognome è il nome del padre, il nome francese del padre, tra l'altro...
Per la serie "repetita iuvant", ma anche allo scopo di rendere credibile la loro trama, gli autori dei dialoghi decidono di ripetere fino allo spasimo nome e cognome (in realtà nome e nome) del protagonista. In un arco temporale di 10 minuti si sbizzarriscono, ho fatto un video con una serie di taglia e cuci (il taglia e cuci di un taglia e cuci). I primi tre sono della medesima scena, ma di punti differenti, gli altri fanno parte comunque dello stesso contesto, una conferenza/processo contro Kazuya Actarus, se non si fosse capito.
L'effetto è assai comico.



                       



Chiudo con la dimostrazione di come è stato assemblato questo film di montaggio. Qui non sono citati Goldrake o Actarus, ma si notano i tagli fatti col bisturi, quasi impercettibili, quasi...



                         


E' ancora recuperabile il mitico DVD di questo film, per il quale vennero usate le ultime 5 puntate della serie originale.






2 commenti:

  1. Cose a caso, proprio!!
    S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scritto "cose a caso" per essere educato ^_^

      Elimina