CERCA NEL BLOG

domenica 5 marzo 2017

DAS, un mondo da scoprire (1977?)



TITOLO: DAS, un mondo da scoprire
AUTORE: Giovanni Raja
CASA EDITRICE: Edizioni Forma ed Espressione
PAGINE: 111
COSTO: 1500 lire
ANNO: 1977?
FORMATO: 22 cm x 15 cm 
REPERIBILITA': Difficile da reperire anche sul web
CODICE ISBN: 

Io avrei modificato il titolo del libro da "DAS, un mondo da scoprire" ad un più pungente "DAS, un mondo da scoprire, ovvero quante cose ci potete fare invece che finire con il solito portacenere!".
Probabilmente ero io ad essere un bambino poco artistico, anche se ci provavo sempre a fare qualche opera d'arte, tentai anche di modellare i robottoni, ma preferisco stendere un velo pietoso sui miei ricordi...
La prima caratteristica del DAS ero il buon odore, la forma compatta, l'essere malleabile ma non molle come il Pongo, che adoravo quando ero più piccolo. Peccato che il DAS si seccasse relativamente in fretta, e che nel farlo si screpolasse, per evitarlo si utlizzava il Vernidas (altro odore assai carateristico del periodo), ma le screpolature restavano, almeno a me  T_T
Tra l'altro ho scoperto che nel DAS prodotto tra il 1963 e il 1975 fosse presente l'amianto... che poteva risultare pericoloso nel momento in cui si polverizzava il DAS essiccato:
https://it.wikipedia.org/wiki/Adica_Pongo

A giocare con il DAS (ed il Pongo) ci ho passato ore ed ore, interi piovosi pomeriggi. Ok, il risultato finale era inversamente proporzionale all'impegno profuso... però era divertente  :]
E lo sarebbe stato ancor di più se avessi potuto consultare questo libro, che, sebbene forse un po' troppo professionale per un bambino, insegnava delle interessanti tecniche, oltre a dare delle ottime idee.
Il libro è diviso in otto capitoli, prima di ognuno c'è un approfondimento artistico sulla tecnica che l'autore si appresta a spiegarci. Ho scannerizzato tutte le pagine inerenti i potenziali lavori che si sarebbero potuti eseguire con il DAS, alcuni veramente stupefacenti, altri relativamente semplici, alla portata anche di un bambino di una decina di anni.
Un fatto che ho trovato curiosissimo è che nel libro non c'è neppure un'immagine di una confezione di DAS!
Neppura una!!!
Oltre al DAS si cita il Vernidas, lo si vede disegnato un po' di sfuggita, e le tempere Sguish, anche le Pitti, ma mi sono sconosciute.
La presenza di un'immagine della confezione di DAS mi avrebbe permesso di datare il libro in maniera più precisa, visto che non è presente la data di stampa, inizialmente mi sono dovuto basare sul sul bassissimo prezzo:
1500 lire



Di materiale editoriale degli anni 70 ne ho parecchio, ma nessun libro a sole 1500 lire, può essere che questo libro fosse allegato alle confezioni del DAS?
Ergo ad un prezzo di favore, però resta il problema che il DAS nel libro  non si vede mai  >_<
Un amico mi ha fatto notare un'immagine, che mi era sfuggita, questa pare essere la classica pubblcità presente nei Topolino, ed il sito dove è messa in vendita riporta l'anno 1977.
Non avendo in mio possesso quello specifico numero, non posso esserne certo, c'è da dire che non ho trovato la medesima pubblicità nei miei numeri antecendenti o successivi il 1977.
Comunque la pubblcità conferma che il prezzo assai esiguo era dovuto alla vendita allegata alla confezione del DAS, questo fatto, però, rende ancora più anomala la totale assenza di qualsiasi foto del prodotto nel libro.



Ricercando la data di stampa ho scoperto che ne venne pubblicata una versione in inglese, "DAS Pronto, a world to discovery", anche in questo caso ci sono datazioni discordanti, una del 1982 ed una del 1985.





Parto con le scan del libro, iniziando con la prefazione dell'autore.






















































4 commenti:

  1. c'era anche l'adigraf! me lo ero scordato. naturalmente nè io nè nessun mio parente o amico è mai riuscito a usarlo a dovere, alla fine restava lì in attesa di essere tagliato ma poi finiva sempre per essere usato come stuoia per modellini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Adigraf non l'ho mai usato, però usavo le spatoline di plastica allegate al DAS :]

      Elimina
  2. Al doposcuola rifuggevo dal das e passavo tutto il tempo nella classe del traforo. I bambini di oggi non sanno cosa si perdono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente non concordo molto... trovo che mandare dei bambini delle elementari a fare il traforo del Frejus o del Monte Bianco non sia molto educativo...

      Elimina